Anpa Veneto: “Insieme per costruire il futuro”

Trecento i pensionati di tutte le province venete che hanno partecipato all’incontro regionale al convegno di Albarella

 

“Mettere insieme tutte le forze dei diversi territori per superare le difficoltà che attraversa la nostra agricoltura e costruire il nostro futuro”: è un messaggio di fiducia e incoraggiamento quello che il Presidente di Confagricoltura Rovigo, Stefano Casalini ha rivolto ai partecipanti al convegno regionale veneto di ANPA (il sindacato pensionati di Confagricoltura) riuniti sabato 30 ottobre nell’isola di Albarella.

Circa 300 agricoltori senior provenienti da tutte le province venete sono stati accolti all’hotel Capo Nord per fare il punto su tematiche specifiche come la sanità, la socializzazione nella terza età e l’attività del sindacato. Ma anche sulle cure all’ambiente, con uno specifico riferimento al territorio del Delta del Po, sul quale è intervenuto il direttore dei due Consorzi di bonifica polesani, ing. Giancarlo Mantovani, che ha calamitato l’attenzione dei presenti illustrando con perizia e passione le imponenti opere indispensabili per garantirne l’assetto idrogeologico e con esso la vita e le attività delle popolazioni residenti.

La forza che gli imprenditori agricoli portano, anche da pensionati, al settore primario occupa un posto di assoluto rilievo a livello economico sia nell’ambito della nostra regione, che del Paese e dell’Organizzazione stessa che li rappresenta, come è stato sottolineato dai presidenti Anpa Rovigo Rodolfo Garbellini, veneto Lorenzo Massignan e nazionale Bruno Allegretti.

Garbellini, in qualità di presidente della Onlus Senior L’età della saggezza, ha elencato i molti interventi realizzati in ambito sociale, sia in Italia sia in zone bisognose come il Kenia, con i fondi raccolti attraverso il 5 per mille in dichiarazione dei redditi. “In collaborazione con Confagricoltura, la nostra Onlus, sensibile alle necessità di chi si trova in situazioni di bisogno – ha dichiarato il Presidente di Senior – ha recentemente inaugurato la realizzazione del polo scolastico completo di impianto fotovoltaico a Civitella del Tronto (Teramo), zona terremotata e sono 4 le azioni di solidarietà individuate con Confagricoltura del valore di 50mila euro ciascuna per aiutare le popolazioni colpite dal sisma” ha aggiunto Garbellini. Finanziato dalla Onlus anche il bando “Coltiviamo agricoltura sociale” che quest’anno giunge alla seconda edizione dopo il successo dell’anno scorso e porta da 50mila a 120mila euro l’importo totale del premio, con tre premi da 40mila euro ciascuno, uno dei quali riservato a progetti nei territori danneggiati di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria. Garbellini ha concluso con un appello a dirigenti, funzionari e presidenti di Confagricoltura a un ulteriore impegno nell’acquisizione di nuovi soci per rafforzare la posizione sociale dell’Organizzazione e garantire un maggior afflusso di risorse alla Onlus attraverso il 5 per mille.

Sul grande rilievo delle azioni destinate al sociale si è inserito l’intervento del segretario nazionale della Onlus Senior, Angelo Santori. “Quanti sanno che la nuova legge sull’agricoltura sociale è stata messa a punto con l’aiuto di Confagricoltura attraverso puntuali informazioni e indicazioni?” ha chiesto alla platea. Le azioni di sostegno della Onlus Senior nelle regioni terremotate offrono un’immagine bella e nobile dell’Organizzazione e dei suoi valori, che i massmedia rilanciano con giovamento, ha ribadito l’onorevole Santori e, nel ricordare l’invito del presidente Casalini a collaborare per crescere insieme e insieme costruire il futuro – ha portato alcuni esempi sulla necessità di una profonda interazione tra le Unioni e i soci e tra Unioni e Federazioni : “Papa Francesco dice ai preti che devono sentire l’odore delle loro pecore per poterle guidare nel cammino: e così anche noi, dobbiamo sentire l’odore delle stalle, dei campi e del lavoro dei nostri associati, per poterli supportare nel migliore dei modi. E per lavorare con la massima solerzia e competenza è necessario che anche i rappresenti dei pensionati, nelle Unioni in cui questo ancora non avviene, partecipino alle riunioni decisionali di Confagricoltura, ad esempio per promuovere a livello regionale la nostra visione delle politiche sanitarie, dato che la sanità è nelle mani delle amministrazioni regionali”.

Al meeting di Albarella erano presenti anche i presidenti provinciali ANPA: Giancarlo Marchiori di Venezia; Lino Zambon di Treviso; Mariano Gobbo di Padova; Desiderio Roverso di Vicenza; Stefano Spisani, di Ferrara; Riccardo Ragazzi di Modena; Vittorio Brianti di Parma; Bagnacani di Reggio Emilia; il consigliere nazionale di ANPA Tonino Schianchi. Presenti il presidente di Confagricoltura Verona Paolo Ferrarese e il vicepresidente regionale Michele Negretto, che ha portato il saluto del presidente regionale Lodovico Giustiniani.