Dal primo novembre divieto di spandimento in Zona Vulnerabile

Dal primo novembre scatta il divieto di spandimento nelle Zone Vulnerabili ai Nitrati. Si riassumono nella tabella sottostante i divieti per le Zone Vulnerabili e le Zone Ordinarie sulla base del Terzo Programma Nitrati.

ZONA ORDINARIA
Tipologia di materiale Giorni divieto Periodo divieto
Liquami e assimilati

60

1 dicembre – 31 gennaio
Acque reflue

60

1 dicembre – 31 gennaio
Deiezioni essiccate di avicunicoli, compresa la pollina disidratata

60

1 dicembre – 31 gennaio
Letami e assimilati

/

Nessun divieto
Concimi azotati e ammendanti organici di cui al D.Lgs. n. 75/2010

/

Nessun divieto
Letami bovino, ovicaprino e di equidi con sostanza secca ≥ 20%

/

Nessun divieto
Ammendanti organici di cui al D.Lgs. n. 75/2010 con N totale ≤ 2,5%

/

Nessun divieto

 

ZONA VULNERABILE
Tipologia di materiale Giorni divieto Periodo divieto
Liquami e assimilati; acque reflue

120

1 novembre – fine febbraio
Liquami e assimilati; acque reflue in presenza di:

pascoli, prati-pascoli e prati, ivi compresi i medicai e cover crops, di cereali autunno-vernini, colture ortive, colture arboree con inerbimento permanente, su terreni in presenza di residui colturali, in caso di preparazione dei terreni per la semina primaverile anticipata

NB: i giorni di sospensione del divieto sono indicati da ARPAV attraverso il Bollettino Agrometeo Nitrati

90

1 novembre – 31 gennaio

 

Consultare il Bollettino Agrometeo Nitrati ARPAV

Letami e assimilati

90

1 novembre – 31 gennaio
Letami bovino, ovicaprino e di equidi solo su:

pascoli, prati-pascoli, prati permanenti e avvicendati, e nel caso di pre-impianto colture orticole

30

15 dicembre – 15 gennaio
Deiezioni essiccate di avicunicoli, compresa la pollina disidratata

120

1 novembre – fine febbraio
Concimi azotati e ammendanti organici di cui al D. Lgs. 75/2010 *

90

1 novembre – 31 gennaio
Ammendanti organici di cui al D. Lgs. 75/2010 con N totale ≤ 2,5%

30

15 dicembre – 15 gennaio
* Sono escluse dal divieto le colture in serra e le colture vivaistiche protette da tunnel per un impiego fino a 50 kg N/ha distribuito in due interventi

 

Con la nuova programmazione del Terzo Programma Nitrati è stato progettato il bollettino “Agrometeo Nitrati” attivo durante il periodo di divieto stagionale autunno-invernale, disponibile nel sito dell’Arpav, che indica le condizioni meteorologiche favorevoli o non favorevoli per la sospensione del divieto di spandimento in Zona Vulnerabile per determinate tipologie di effluenti.

In particolare, la flessibilità concessa dal bollettino interessa le ZVN, e si applica a liquami, materiali ad essi assimilati e acque reflue per i mesi di novembre e febbraio, in terreni con presenza di pascoli, prati-pascoli e prati, compresi i medicai e cover crops, cereali autunno-vernini, colture ortive, colture arboree con inerbimento permanente, su terreni con presenza di residui colturali o in caso di preparazione dei terreni per la semina primaverile anticipata.

Per queste tipologie di effluenti e terreni è obbligatorio consultare il bollettino prima di organizzare lo spandimento nei mesi di novembre e febbraio.

Restano confermati i divieti di spandimento in condizioni di terreni gelati, innevati, con falda acquifera affiorante, saturi d’acqua o con frane in atto.