Gal Patavino: nuovi bandi PSR per investimenti aziendali

Il Gal Patavino ha approvato nuovi bandi PSR, che verranno pubblicati il prossimo 16 giugno per sostenere gli investimenti aziendali, piccole infrastrutture turistiche, il recupero di fabbricati ed elementi del paesaggio rurale e a cooperazione per lo sviluppo di filiere corte.
Riportiamo di seguito le misure del Psr che verranno sostenute mediante i fondi destinati al Gal Patavino.

BANDO 4.1.1 “INVESTIMENTI PER MIGLIORARE LE PRESTAZIONI E LA SOSTENIBILITA’ GLOBALI DELL’AZIENDA AGRICOLA”

Chi può fare domanda: Agricoltori; Cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali.

Contributi a fondo perduto per: investimenti strutturali, impianti, attrezzature, hardware e software.

Percentuale del contributo: dal 40% al 50%

Minimo e massimo investimento: 15.000 – 120.000 euro

Tempi per fare domanda: 45 giorni

Chi ottiene il contributo partecipa allo sviluppo locale del territorio: Aumenta il valore aggiunto delle produzioni; Riduce dei costi di produzione e trasformazione dei prodotti agricoli; Sviluppa le filiere corte locali; Riduce il ricorso ai carburanti fossili nei processi produttivi; Sviluppa la filiera delle biomasse agroforestali.

BANDO 7.5.1 “INFRASTRUTTURE E INFORMAZIONE PER LO SVILUPPO DEL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE RURALI”

Chi può fare domanda: Enti locali territoriali; Ente Parco Regionale dei Colli Euganei; Enti diritto privato senza scopo di lucro e Partenariati tra soggetti pubblici e privati.

Contributi a fondo perduto per:
A) realizzazione e ammodernamento di “infrastrutture su piccola scala”;
B) valorizzazione, riqualificazione e messa in sicurezza di “infrastrutture su piccola scala” costituite da: percorsi e itinerari esistenti, comprese le infrastrutture adiacenti
C) realizzazione di servizi e strumenti di promozione e propedeutici alla commercializzazione dell’offerta turistica integrata;
D) iniziative informative finalizzate ad ampliare la conoscenza dell’offerta del sistema turistico nelle aree rurali.

Percentuale del contributo: 80% soggetti privati -100% enti pubblici

Minimo e massimo investimento: 25.000 – 150.000 euro (60.000 euro per interventi riferiti alle sole tipologie C e D).

Tempi per fare domanda: 45 giorni

Chi ottiene il contributo partecipa allo sviluppo locale del territorio: Conserva ed aumenta la fruibilità dei percorsi di mobilità lenta esistenti; accresce la capacità ricettiva del territorio; promuove e commercializza l’offerta turistica rurale in un’ottica integrata e di rete.


BANDO 7.6.1 RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO DEI VILLAGGI E DEL PAESAGGIO RURALE

Chi può fare domanda: Agricoltori; Associazioni di agricoltori; Enti pubblici.

Contributi a fondo perduto per: investimenti di carattere edilizio per il recupero e la riqualificazione di strutture e infrastrutture costituite da immobili ed elementi tipici dell’architettura e del paesaggio rurale.

Percentuale del contributo: 50% Agricoltori e associazioni di agricoltori; 100% Enti pubblici

Minimo e massimo investimento: 25.000 -150.000 euro

Tempi per fare domanda: 45 giorni

Chi ottiene il contributo partecipa allo sviluppo locale del territorio: Conserva ed aumenta la fruibilità dei percorsi di mobilità lenta esistenti; accresce la capacità ricettiva del territorio; promuove e commercializza l’offerta turistica rurale in un’ottica integrata e di rete.


BANDO 16.4 “COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DELLE FILIERE CORTE”

Chi può fare domanda: un Gruppo di cooperazione (GC).

Il GC può assumere tre composizioni:
1. Imprese agricole attive nel settore della produzione primaria;
2. imprese agricole attive nel settore della produzione primaria e imprese di trasformazione e commercializzazione;
3. Imprese agricole attive nel settore della produzione primaria e imprese di servizi di ristorazione.  Ciascuna composizione può essere integrata con associazioni dei consumatori.

Contributi a fondo perduto per: valorizzare le filiere corte del territorio del GAL Patavino.

Percentuale del contributo: 70%

Minimo e massimo investimento: 10.000 – 50.000 euro

Tempi per fare domanda: 45 giorni

Chi ottiene il contributo partecipa allo sviluppo locale del territorio: Aumenta il valore aggiunto delle produzioni e Sviluppare le filiere corte locali.

La presente quale informativa di sintesi: per informazioni complete sui contributi sono di riferimento i bandi che saranno pubblicati sul sito web del GAL Patavino dal 16 Giugno 2017.