Comunità energetiche rinnovabili

Si è tenuto la settimana scorsa il primo webinar tecnico sulle Comunità di energia rinnovabile – CER per informare le imprese, con l’aiuto di esperti del settore, sul nuovo modello di produzione e consumo di energia rinnovabile che premia la capacità di più soggetti, di consumare istantaneamente l’energia prodotta localmente (anche avvalendosi di sistemi di accumulo) e che potrà vedere le aziende agricole protagoniste delle nuove iniziative una volta definito il quadro normativo e legislativo in materia.

Su quest’ultimo aspetto si segnala che dopo una prima fase di sperimentazione delle CER avviata nel 2020 con il recepimento della direttiva UE sulle rinnovabili (D.Lgs. 1999/21), si sta proseguendo con maggiore incisività sullo sviluppo del modello, grazie all’estensione del perimetro di applicazione delle CER (impianti fino ad 1 MW e utenti della CER collegati sotto la stessa cabina primaria) la cui attuazione è attesa nei prossimi mesi a seguito dell’emanazione di specifico decreto Mite e dei provvedimenti regolatori da parte di ARERA, attraverso i quali si potrà procedere alla valorizzazione dell’energia condivisa a regime (incentivo, vendita ecc.). E’ inoltre atteso uno specifico bando PNRR sulle CER con uno stanziamento di 2,20 miliardi di euro per l’installazione di 2.000 MW di nuova capacità di generazione elettrica, attraverso progetti che potranno vedere la partecipazione di microimprese, famiglie e pubbliche amministrazioni, in comuni con meno di 5.000 abitanti. Provvedimenti, la cui costruzione e definizione, impegnerà ulteriormente la Confederazione nel traguardare nuove e adeguate forme di sostegno alle rinnovabili in agricoltura. L’evento che ha evidenziato il forte interesse sulla tematica energie rinnovabili e le evoluzioni del settore, si inserisce in un percorso di informazione dedicato al settore che proseguirà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.