Irap: escluse le persone fisiche

La Legge di bilancio per il 2022 ha definitivamente abolito l’IRAP per i lavoratori autonomi, le ditte individuali, e i professionisti a partire dal 2022.
Ricordando che coloro i quali aderivano al regime forfetario ne erano già esclusi, la modifica normativa allarga l’esclusione a tutti coloro che esercitano attività di impresa o di lavoro autonomo personalmente e individualmente, restando perciò ancora soggetti ad IRAP:

  • gli studi professionali associati;
  • le società di persone (anche le società semplici che esercitano attività di agriturismo e altre attività connesse);
  • le società di capitali;
  • gli enti commerciali in generale;
  • gli enti del terzo settore.

Ne consegue, che per i professionisti e ditte individuali, l’ultimo versamento IRAP sarà il saldo (eventuale) dell’imposta 2021, da versare a giugno 2022, poiché l’esonero dall’imposta decorre dall’anno fiscale 2022. Ovviamente non saranno dovuti gli acconti 2022, di solito previsti in giugno e in novembre.
Ricordiamo che l’attività agricola era stata esentata dall’applicazione dell’Irap (aliquota agevolata) nel 2016. Rimanevano però soggette all’imposta (con aliquota ordinaria) le aziende agricole con attività di agriturismo; l’allevamento di animali con terreno insufficiente