Bando ISI-INAIL 2023: pubblicato l’avviso per nuovi investimenti in sicurezza sul lavoro

È stato pubblicato l’Avviso pubblico ISI 2023. Gli obiettivi dell’avviso pubblico sono:

  •  incentivare le imprese alla realizzazione di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro, ovvero per il miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori rispetto a quelle preesistenti;
  • incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

In particolare, le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli possono partecipare su 2 dei 5 assi previsti:

  • Asse di finanziamento 3: Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • Asse di finanziamento 5: Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli.

Il Bando ISI 2023 ha una dotazione a livello regionale di:

  • 7.960.423,00 di euro per l’Asse 3 per i progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;
  • 8.981.554,00 di euro per l’Asse 5 per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Tale importo è suddiviso nei due sub Assi:

  • 7.403.368,00 di euro per l’Asse 5.1 per i progetti del settore della produzione primaria dei prodotti agricoli
  • 1.578.186,00 di euro per l’Asse 5.2 per i progetti presentati da giovani agricoltori.

L’ammontare del finanziamento è pari:

  • Per l’asse 3 al 65% dell’importo delle spese ritenute ammissibili, per un importo minimo di 5.000,00 euro e un importo massimo erogabile pari a 25.000,00 euro, nel rispetto di quanto previsto per gli aiuti de minimis;
  • per l’asse 5, compreso tra un importo minimo di 5.000,00 euro e un importo massimo erogabile pari a 130.000,00 euro, al:

    • 65% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.1 (generalità delle imprese agricole);
    • 80% per i soggetti destinatari del sub Asse 5.2 (giovani agricoltori)

Il finanziamento è in conto capitale con procedura valutativa a sportello.

La data di apertura della fase di compilazione della domanda sarà pubblicata entro il 21 febbraio.

https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alle-imprese/bando-isi-2023.html

Confagricoltura Padova è disponibile a fornire le necessarie informazioni e assisterli per la presentazione della domanda di finanziamento Dott.ssa Giorgia Zane 0498223566 – email: sicurezzalavoro@unioneagricoltoripd.it