Aiuti covid: per l’agricoltura massimale aumentato a 290 mila euro

La Commissione europea – nell’ambito del quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato per l’emergenza Covid – ha approvato una nuova Comunicazione per i ristori dei danni economici causati alle imprese accogliendo la richiesta di aumentare i massimali. I sostegni possono ora arrivare a 290 mila euro per le imprese di produzione primaria (produzioni agricole) ed a 2.3 milioni di euro per quelle che si occupano di trasformazione e commercializzazione. Inoltre la durata dell’aiuto è stata spostata dal 31 dicembre 2021 al 30 giugno 2022.

Ricordiamo che il quadro temporaneo per gli aiuti di Stato era stato introdotto per la prima volta nel marzo del 2020, prevedendo indennizzi fino a 100 mila euro per le imprese agricole ed a 800 mila per le altre aziende quelle di trasformazione e commercializzazione; a seguito di altre modifiche questi massimali erano stati portati a 225 mila euro per le aziende di produzione primaria e 1.8 milioni di euro per le aziende di trasformazione e commercializzazione. Rientrano nel massimale gli sgravi contributivi, gli aiuti alle filiere zootecniche, le agevolazioni creditizie, ecc… Sono state aggiunte pure due nuove categorie di aiuti: sostegni alla solvibilità e sostegni agli investimenti per una ripresa sostenibile.