Dpcm: una sintesi delle misure per il Veneto “area gialla”

Avrà effetto a partire da venerdì 6 novembre (e non da giovedì 5 novembre), il Dpcm del 3 novembre 2020 che prevede la suddivisione del territorio italiano in aree a seconda della maggior criticità della situazione epidemiologica in corso.

Il Veneto è stato inserito nella fascia meno critica, la cosiddetta AREA GIALLA.
Nello specifico le aree comprendono le seguenti regioni:

  • Area gialla: Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria.
  • Area arancione: Puglia, Sicilia.
  • Area rossa: Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta.

Le restrizioni per ogni area sono sintetizzate nel pdf in allegato.

Ad esempio per l’area gialla a partire dal 6 novembre è previsto:

  • Divieto di circolare dalle ore 22 alle ore 5 del mattino (in quelle ore la circolazione potrà avvenire solo con autocertificazione e per comprovati motivi)
  • Chiusura di bar, agriturismi e ristoranti alle ore 18. L’asporto è consentito fino alle ore 22. Per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni.
  • Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi.
  • Chiusura di mostre e musei
  • Riduzione fino al 50% per il trasporto pubblico, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico
  • Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie
  • Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi