Fondo di rotazione del settore primario: a breve la presentazione delle istanze

La Giunta Regionale con la Delibera n. 1028 del 28 luglio ha previsto un intervento straordinario per la concessione di finanziamenti agevolati per esigenze di liquidità delle imprese agricole colpite dall’emergenza epidemiologica da “Covid-19”. Come abbiamo già scritto, si tratta di una nuova operatività del Fondo di rotazione del settore primario, di cui alla legge regionale 12 dicembre 2003, n. 40, gestito dalla finanziaria regionale Veneto Sviluppo S.p.A. al quale sono stati destinati 3 milioni di euro elevabili a 5 milioni.

L’importo del singolo finanziamento va da un minimo di euro 5.000,00 ad un massimo di euro 50.000,00, con una durata minima di 12 mesi e massima di 72 mesi, compreso il preammortamento massimo di 24 mesi. La concessione del finanziamento è senza alcun costo a carico dell’impresa richiedente, considerato che l’erogazione è a tasso zero e che il contributo a fondo perduto, sino a un massimo di 2000 euro, permetterà al beneficiario di coprire le spese di istruttoria e di gestione della pratica di finanziamento nonché dell’eventuale garanzia aggiuntiva da parte del Confidi o ad opera di uno strumento di garanzia pubblica. Il finanziamento è concesso dalle Banche e dai Confidi e/o Intermediari finanziari convenzionati con Veneto Sviluppo S.p.A., la quale in questi giorni ha pubblicato un avviso per la loro individuazione. Passati 15 giorni e individuati i soggetti finanziatori (vedi il sito www.venetosviluppo.it ) verrà aperta l’apposita procedura per la presentazione delle istanze di finanziamento.