New Breeding Techniques (NBT) per l’agricoltura

Confagricoltura ha partecipato ad un evento scientifico internazionale organizzato a Roma dal 24 al 30 ottobre scorso dalla piattaforma internazionale ASN (Art & Science Node) che vede coinvolti diversi attori (centri di ricerca, accademie internazionali, etc.) generando nuove idee e prospettive alternative nel campo della scienza e della cultura. L’evento è stato dedicato al “Nostro pianeta biotech: il futuro di piante ed esseri Umani”.

Confagricoltura, in particolare, è stata coinvolta per rappresentare il punto di vista degli agricoltori alla tavola rotonda dedicata al “ruolo delle TEA-Tecnologie di Evoluzione Assistita per rendere l’agricoltura italiana più sostenibile e resiliente”. È stato quindi possibile confermare l’estremo interesse degli agricoltori alle NBT per conseguire gli obiettivi che l’UE ha previsto per l’agricoltura con il Green Deal e raccomandare di promuovere la ricerca, anche in pieno campo, in maniera da rendere disponibili queste innovazioni per le imprese agricole.

Le Nuove Tecniche genomiche – ad avviso di Confagricoltura – sono essenziali per migliorare la sostenibilità ambientale ma anche economica delle produzioni agricole, aiutando le imprese agricole a fronteggiare gli effetti del cambiamento climatico a favore dei cittadini, ed occorre anche un nuovo quadro regolatorio che consenta di superare le attuali definizioni.