Sviluppo Rurale del Veneto

Aperti i bandi per l’insediamento dei giovani, gli investimenti nelle aziende agricole e nella trasformazione, il sostegno ai sistemi di qualità, la cooperazione

La Regione del Veneto ha pubblicato la dgr n. 1597 del 19 dicembre 2023 per gli interventi SRA 28, SRD 01, SRD 02, SRD 03, SRD 05, SRE 01, SRG 01, SRG 03, SRG 07, SRG 09 e SRG 10 (Bur n. 172 del 29 dicembre 2023) e  la dgr n. 1635 del 22 dicembre 2023 (BUR n. 2 del 2 gennaio 2024) per la misura 4.2.1 Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli del Programma di sviluppo rurale 2014-2022

Riportiamo di seguito l’elenco degli interventi con una breve sintesi. Maggiori dettagli si possono ottenere scaricando i bandi (vedi link in fondo all’articolo) o rivolgendosi agli uffici di Confagricoltura. 

SRE 01 – Insediamento giovani agricoltori. L’Intervento è finalizzato alla concessione di un sostegno a giovani imprenditori agricoli di età fino a quarantuno anni non compiuti che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda e presentano un piano aziendale per lo sviluppo dell’attività agricola. L’intervento è attivato esclusivamente in modalità a “pacchetto” (Pacchetto Giovani).

Il “Pacchetto Giovani” è composto dalla combinazione obbligatoria dell’intervento SRE 01, con almeno uno dei seguenti interventi sopra descritti:

  • SRD01 – Investimenti produttivi agricoli per la competitività delle aziende agricole;
  • SRD02 – Investimenti produttivi agricoli per ambiente, clima e benessere animale, Azioni A, C e D;
  • SRD03 – Investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione in attività non agricole.

SRD 01 – Investimenti produttivi agricoli per la competitività delle aziende agricole. L’intervento è finalizzato a potenziare la competitività sui mercati delle aziende agricole e ad accrescere la redditività delle stesse, migliorandone, al contempo, le performance climatico-ambientali, attraverso la valorizzazione delle strutture aziendali, l’incremento della produttività e l’adeguamento della struttura dei costi e dei ricavi aziendali. L’intervento prevede anche l’applicazione nell’ambito del Pacchetto Giovani (PG).

SRD 02 – Investimenti produttivi agricoli per ambiente, clima e benessere animale. L’intervento è finalizzato a potenziare le performance climatico-ambientali delle aziende agricole e il miglioramento del benessere animale negli allevamenti ed è articolato nelle seguenti tre Azioni:

  • Azione A – Emissioni ammoniaca – sono previsti investimenti per la razionalizzazione dei processi produttivi agricoli che riducano l’emissione di gas climalteranti (metano e protossido di azoto) e di altri agenti inquinanti dell’aria (ammoniaca);
  • Azione C Risparmio irriguo – sono previsti investimenti mirati ad un uso efficiente e sostenibile delle risorse irrigue;
  • Azione D Benessere animale – sono previsti investimenti mirati che incrementino il benessere degli animali e la biosicurezza.

Tutte le azioni prevedono anche l’applicazione nell’ambito del Pacchetto Giovani (PG).

SRD 03 – Investimenti nelle aziende agricole per la diversificazione in attività non agricole. L’intervento è finalizzato ad incentivare gli investimenti per le attività di diversificazione aziendale che favoriscono la crescita economica e lo sviluppo sostenibile nelle zone rurali, contribuendo anche a migliorare l’equilibrio territoriale, sia in termini economici che sociali. L’intervento prevede anche l’applicazione nell’ambito del Pacchetto Giovani (PG).

SRD 05 – Impianti forestazione/imboschimento e sistemi agroforestali su terreni agricoli – Az. 2 Impianto di arboricoltura a ciclo breve o medio-lungo su superfici agricole. L’intervento è volto a realizzare, su superfici agricole, nuovi soprassuoli forestali naturaliformi e di arboricoltura e sistemi agroforestali, al fine, principalmente, di incrementare la capacità di assorbimento e di stoccaggio del carbonio atmosferico nel suolo e nella biomassa legnosa utilizzabile anche a fini duraturi; migliorare la conservazione della biodiversità e degli habitat forestali; fornire prodotti legnosi e non legnosi; fornire servizi ecosistemici; diversificare il reddito aziendale agricolo. Nell’ambito dell’Azione 2, viene attivato il bando per la realizzazione di impianti di arboricoltura a ciclo breve.

SRG 01 – Sostegno gruppi operativi PEI AGRI – GO. Per favorire lo sviluppo dell’innovazione, di nuovi prodotti, di nuove tecniche di produzione, nuovi modelli organizzativi e gestionali, il Piano Strategico Nazionale della PAC (PSN) riconosce un ruolo fondamentale ai Gruppi Operativi (GO), che sono uno degli attori principali del sistema di conoscenza e innovazione in campo agricolo (AKIS). I Gruppi Operativi sono partenariati costituiti da varie tipologie di soggetti quali, per esempio, imprese, agricoltori, centri di ricerca, università, consulenti che agiscono insieme per introdurre e diffondere innovazione nel rispetto degli obiettivi del PEI AGRI (partenariato europeo per l’innovazione in materia di produttività e sostenibilità dell’agricoltura).

SRG 03 – Partecipazione a regimi di qualità. L’intervento sostiene la partecipazione delle forme associative degli agricoltori ai regimi di qualità istituiti dall’Unione europea e ai sistemi di qualità nazionali e regionali, per migliorare la redditività delle imprese, la loro posizione nella catena del valore e consolidare le filiere agroalimentari dei prodotti di qualità. L’intervento è finalizzato ad aumentare il numero di agricoltori che partecipano ai regimi di qualità, determinando il rafforzamento delle filiere agroalimentari dei prodotti di qualità con effetti finali positivi sulla redditività delle imprese agricole e sulla loro posizione nella catena del valore.

SRG 07 – Cooperazione per lo sviluppo rurale, locale e smart villages. L’Intervento è articolato nelle seguenti cinque Azioni:

  • Azione Cooperazione per i sistemi del cibo, filiere e mercati locali – Comunità del cibo, sostiene l’aggregazione (Gruppo di cooperazione) tra attori impegnati nella realizzazione di attività funzionali alla costituzione di nuove “Comunità del cibo e della biodiversità di interesse agricolo e alimentare”, così come definite dalla legge 194/2015, o al sostegno di Comunità del cibo già costituite.
  • Azione Cooperazione per i sistemi del cibo, filiere e mercati locali – Filiere Forestali, sostiene progetti di cooperazione aventi ad oggetto la costituzione di accordi di foresta e di filiere locali legate al settore forestale, che possano coinvolgere proprietari e gestori forestali e imprese di utilizzazione e trasformazione del legno e altri soggetti che svolgono attività attinenti alla filiera, al fine di rafforzare i mercati locali, organizzare processi di lavoro coordinati, condividere impianti e risorse e incrementare processi di valorizzazione e utilizzo a cascata dei prodotti legnosi, di sviluppo dell’economia circolare e di riduzione degli sprechi.
  • Azione Cooperazione per l’inclusione sociale ed economica, sostiene progetti di cooperazione aventi ad oggetto la creazione o lo sviluppo di aggregazioni di soggetti che, in sinergia con enti pubblici, strutturano in forma condivisa e in coerenza con la programmazione locale, servizi al territorio legati alle attività sociali e didattiche da svolgere presso le aziende agricole (fattorie sociali e didattiche).
  • Azione Cooperazione per la sostenibilità ambientale – Cooperazione Forestale, sostiene progetti di cooperazione aventi ad oggetto la costituzione e l’avvio o la realizzazione di nuove iniziative di consorzi o associazioni tra i proprietari e conduttori di terreni forestali aventi natura privata o mista pubblica-privata, cui possono partecipare anche imprese di utilizzazione e trasformazione del legname ed altri soggetti. Tali forme di aggregazione hanno l’obiettivo di gestire in forma aggregata le superfici agrosilvopastorali sottoponendole a uno o più piani di gestione forestale e favorendo la gestione sostenibile e multifunzionale del bosco e l’incremento, il miglioramento e la valorizzazione delle risorse forestali e silvopastorali.
  • Azione Cooperazione per la sostenibilità ambientale – Cooperazione agro-climatico-ambientale, sostiene i cosiddetti “progetti collettivi in materia ambientale”, i quali consentono di rafforzare e rendere sinergici gli impegni assunti in comune da più beneficiari, moltiplicano i benefici ambientali e climatici, nonché i benefici “informativi” in termini di diffusione di conoscenze e di creazione di reciprocità e fiducia necessarie per lo sviluppo di strategie locali.

SRG 09 – Cooperazione per azioni di supporto all’innovazione e servizi rivolti ai settori agricolo, forestale e agroalimentare. L’intervento sostiene la creazione di partenariatidenominati “Hub dell’innovazione”, per la realizzazione di azioni di supporto all’innovazione ed erogazione di servizi rivolti ai settori agricolo, forestale e agroalimentare, che dovranno offrire risposte sistemiche alle esigenze/problemi delle imprese e dei territori rurali. L’istituzione degli Hub dell’innovazione intende migliorare la professionalità dei soggetti che si occupano di innovazione in agricoltura ed incrementare le conoscenze degli agricoltori che verranno coinvolti nelle iniziative.

SRG 10 – Promozione dei prodotti di qualità. L’intervento sostiene la realizzazione di iniziative di informazione e promozione da parte di associazioni di produttori sui regimi di qualità dell’Unione europea e sui sistemi di qualità nazionali e regionali per migliorare la redditività delle imprese e la loro posizione nella catena del valore, consolidare le filiere agroalimentari dei prodotti di qualità e aumentare il grado di conoscenza e il consumo dei prodotti di qualità da parte dei consumatori sul mercato interno all’Unione. L’aiuto è quindi concesso per attività di informazione e promozione sulle caratteristiche intrinseche dei prodotti legate al regime di qualità alimentare interessato, nonché sugli aspetti nutrizionali e salutistici, l’etichettatura, la rintracciabilità ed i metodi di produzione a basso impatto ed eventualmente gli elevati standard di benessere animale, connessi al disciplinare di produzione.

SRA 28 – Sostegno per mantenimento della forestazione/imboschimento e sistemi agroforestali: Azione 7Trasformazione a bosco degli impianti di arboricoltura. Viene riconosciuto un premio annuale a ettaro per la copertura dei costi di manutenzione, al fine di trasformare in bosco naturaliforme permanente gli impianti a suo tempo realizzati ai fini dell’arboricoltura da legno a ciclo medio-lungo, polispecifici e consociati che presentano caratteristiche ambientali idonee al contesto territoriale, con il Regolamento CEE n. 2080/92 o il sostegno previsto dal PSR Veneto nelle precedenti programmazioni (PSR 2000-2006 – Misura H; PSR 2007-2013 – Misura 221) per i quali è terminato il previsto periodo di impegno/stabilità e di erogazione dei premi.

L’importo complessivo a bando disposto dal presente provvedimento risulta pari a 110.900.000,00 euro a valere sulle disponibilità recate dal CSR 2023-2027  Ai suddetti bandi del Complemento per lo sviluppo rurale si aggiunge l’intervento 4.2.1 “Investimenti per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli”, che consiste in investimenti materiali nelle imprese agroalimentari per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I al Trattato di Funzionamento della UE, esclusi i prodotti della pesca. Gli investimenti sono finalizzati a favorire l’integrazione verticale e orizzontale di filiera, migliorare gli aspetti tecnologici in funzione di una competitività rivolta al mercato globale, promuovere la qualificazione delle produzioni ed aumentarne il valore aggiunto. Il finanziamento del bando prevede una spesa massima di 40.000.000,00.

Scarica i bandi

Complemento sviluppo rurale Veneto
dgr n. 1597 del 19 dicembre 2023

Intervento 4.2.1. Trasformazione prodotti agricoli PSR 2014-2022
Dettaglio Deliberazione della Giunta Regionale – Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto