70 anni al servizio dell’agricoltura padovana: Confagricoltura Padova, la prima delle associazioni agricole della provincia, ha festeggiato il suo anniversario

confagricoltura70_2Il Presidente Emo Capodilista: “La nostra storia è la nostra forza ma ora servono unità d’intenti, coesione, idee, progetti e una nuova cultura d’impresa”.

1945 – 2015: sono passati settanta anni dalla fondazione della Libera Associazione degli Agricoltori di Padova, ora Confagricoltura Padova. Un’anniversario importante che l’associazione ha festeggiato Venerdi 11 dicembre 2015 al Teatro Comunale di Bagnoli ripercorrendo le tappe più significative della sua storia e della storia del territorio padovano.

Prima associazione degli agricoltori della provincia ad essere stata costituita, subito dopo la guerra, nel luglio del ’45, la Confagricoltura nasce sulle ali della ritrovata libertà, trovandosi subito a difendere il diritto alla proprietà privata messo in discussione dalla riforma agraria e le regole che riguardavano l’affitto e la mezzadria.

In questi settant’anni, l’agricoltura padovana e veneta è radicalmente cambiata, e con essa sono cambiati gli imprenditori, il territorio, l’economia, la società.
Adesso, -spiega il Presidente dell’associazione, Giordano Emo Capodilista- gli agricoltori italiani sono chiamati ad affrontare un mercato globale, ad esportare in tutto il mondo e, nello stesso tempo, a subire importazioni da molti altri Paesi che producono in condizioni diverse dalle nostre e spesso a noi sfavorevoli. Sono chiamati a garantire alimenti di qualità sempre più elevata unendo tradizione e innovazione, pensiamo ai nostri vini o ai radicchi veneti…
Le sfide però non riguardano soltanto la coltivazione di produzioni alimentari ma anche di tutte le coltivazioni utilizzate nell’industria tessile, nella farmaceutica, per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Si tratta di sfide titaniche, -aggiunge Emo Capodilista- che potremo affrontare solo unendo le forze, cooperando, dando spazio a competenza e a capacità imprenditoriale, valorizzando la ricerca. E’ finito il tempo delle distinzioni ideologiche e culturali. Non c’è più spazio per i campanilismi e gli interessi di bottega. Oggi servono unità d’intenti, coesione, idee, progetti e una nuova cultura d’impresa”.

Confagricoltura Padova associa 4000 aziende agricole, “libere di produrre, di innovare, di fare impresa, di generare occupazione e benessere” -ci tiene a precisare Giordano Emo Capodilista– “festeggiando l’associazione, festeggiamo anche e soprattutto loro”.

confagricoltura70_4

confagricoltura70_5

 

confagricoltura70_3

confagricoltura70_6

confagricoltura70_7