Fondi di promozione UE – Depenalizzato il consumo di vino, carni rosse e derivati

Confagricoltura nei giorni scorsi ha espresso la propria soddisfazione – unitamente alle primarie associazioni di categoria a tutela del consumo moderato di vino – per l’ottimo esordio del Ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, su un tema delicato per il settore agroalimentare italiano, quello dei fondi per la promozione commerciale. Senza il voto decisivo dall’Italia (unitamente a Francia e Spagna) al Comitato degli Stati membri che si è riunito a Bruxelles per decidere l’esito del Programma di Lavoro Annuale 2023 per la promozione dei prodotti agricoli e alimentari, vini, carni rosse e derivati avrebbero rischiato un drastico taglio dei finanziamenti destinati principalmente alla promozione sui mercati esteri, con un serio rischio di compromissione del sistema agroalimentare, accentuato dalle emergenze contingenti.