Bando regionale per imprese agrituristiche con ristorazione

A seguito della drastica riduzione del fatturato nel corso della sospensione dell’attività del Covid-19 e per fare fronte alle spese connesse al rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie, la Giunta regionale ha pubblicato un bando per sostenere le micro e piccole imprese dei settori commercio al dettaglio, somministrazione, e servizi alla persona, la cui attività sia stata sospesa per effetto del DPCM 11 marzo 2020. Il bando è accessibile, per il nostro settore, anche alle imprese agrituristiche che svolgono attività di ristorazione connesse alle aziende agricole con codice Ateco 56.10.12.Il bando ha una dotazione finanziaria iniziale pari ad euro 20.630.938,85; dove una quota delle risorse, pari a 1.600.000,00, è riservata alle domande di contributo presentate da imprese iscrittesi al Registro delle Imprese a partire dal 1° gennaio 2018.
Per partecipare l’impresa deve possedere i seguenti requisiti:

  • Risultare regolarmente iscritta come “attiva” al Registro delle Imprese, istituiti presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio alla data dell’11 marzo 2020, al momento della presentazione della richiesta di prenotazione della richiesta di contributo;
  • Avere codice ATECO 56.10.12 (attività di ristorazione connesse alle aziende agricole);
  • Avere sede operativa attiva localizzata in Veneto;
  • Non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposta a procedure concorsuali in corso o aperte nei suoi confronti antecedente alla domanda;
  • Avere provveduto alla presentazione: della Dichiarazione IVA relativa all’esercizio 2018 e della Modello Redditi riferito all’esercizio 2018;
  • Impiegare un numero di addetti, presente nel Registro delle Imprese, non superiore a 9 alla data del 31 dicembre 2019.

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto a sostegno della liquidità aziendale. L’ammontare del contributo è determinato nella somma di euro 2.000,00 maggiorata di un importo pari ad euro 250,00 per ogni addetto dell’impresa che eccede il numero di 2 (fino ad un massimo di 9 addetti), fino ad un massimo di euro 3.750,00.
La domanda deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica secondo una sequenza temporale articolata nelle seguenti fasi:

  1. PRENOTAZIONE DEL CONTRIBUTO
    Le imprese interessate possono inviare attraverso lo sportello informatico una richiesta di prenotazione del contributo.
    L’inserimento delle richieste di prenotazione sarà attivo dalle ore 10.00 del 2 luglio 2020 alle ore 16.00 del 14 luglio 2020 e la conferma delle stesse tramite le istruzioni indirizzate alla casella di posta PEC del beneficiario dovrà essere effettuata non oltre le ore 16.00 del 16 luglio.
  2. FORMAZIONE DELL’ELENCO PROVVISORIO
    L’elenco provvisorio è formato in ordine decrescente sulla base dell’indice dato dal rapporto tra: numero di addetti e il fatturato dell’impresa.
  3. PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO
    Le imprese, la cui prenotazione risulta negli elenchi provvisori, potranno procedere alla compilazione della domanda di contributo. La fase di compilazione e conferma della domanda è attiva dalle ore 10.00 dell’11 agosto 2020 fino alle ore 15.00 del 2 settembre 2020.

Per maggiori informazioni sulla presentazione della domanda è possibile a Confagricoltura – Ufficio Promozione Tel. 0498223544 – clarissa.gulotta@unioneagricoltoripd.it