Bovini da carne: premi accoppiati annullati per errata registrazione nella BDN

Da una verifica effettuata da Unicarve su dati relativi alle aziende zootecniche di bovini da carne che hanno richiesto il premio accoppiato è risultato che, su 549 aziende controllate, 242 risultano avere dei capi non pagabili a causa del mancato rispetto dei tempi di registrazione degli animali nella Banca dati nazionale (BDN).
Ricordiamo che ai fini dell’ammissibilità all’aiuto la registrazione si considera correttamente eseguita se:

  1.  per i capi nati in azienda l’allevatore nel termine massimo di 27 giorni dalla nascita del capo (20 giorni per l’identificazione + 7 giorni per la comunicazione) effettua la registrazione nella BDN, qualora operi direttamente in qualità di detentore, oppure trasmette la comunicazione al soggetto delegato (Usl, APA, ecc..) entro il suddetto termine e questi provvedere alla registrazione dei capi entro i 5 giorni lavorativi successivi alla ricezione della comunicazione;
  2.  le movimentazioni in entrata e in uscita dalla stalla devono essere registrate in BDN entro 7 giorni da parte del detentore, oppure entro 7 giorni l’allevatore comunica la movimentazione all’Asl o ad altro soggetto delegato e questi provvede alla registrazione entro i 5 giorni lavorativi successivi.

Il mancato rispetto di tali termini (7 giorni per la comunicazione da parte dell’allevatore e 5 giorni successivi alla ricezione da parte del soggetto delegato) comporta la perdita del premio accoppiato per i capi interessati e l’applicazione di ulteriori penalità nel caso l’anomalia interessi oltre 3 capi per arrivare all’annullamento dell’intera domanda di premio qualora l’incidenza dell’anomalia superi il 20%.
Con la collaborazione dell’Associazione produttori carni bovine ci siamo attivati per verificare le posizioni anomale e per fare tutto il possibile al fine di tutelare il reddito degli allevatori. Visti i dati allarmanti e considerata la rigidità normativa è comunque necessario raccomandare a tutti gli allevatori la massima attenzione al rispetto dei tempi di iscrizione dei capi nella banca dati nazionale.