DPCM 18 ottobre: chiarimenti per le attività ricettive e di somministrazione

Il 18 ottobre è stato emanato un nuovo DPCM volto a contenere il contagio da Covid-19 sul territorio nazionale.

Sottolineiamo in questo articolo alcuni punti importanti per il settore agrituristico:

  • CONVEGNI e INCONTRI: Sono sospese tutte le attività convegnistiche e congressuali in presenza. Possibili invece convegni e congressi in modalità a distanza.
  • RISTORAZIONE: Le attività di ristorazione sono consentite dalle 5.00 alle 24.00 con consumo al tavolo e con al massimo 6 persone per tavolo. In assenza di consumo al tavolo l’attività è consentita solo fino alle 18.00. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle 24.00, l’attività di asporto con divieto di consumo sul posto o nelle adiacenze.
    E’ obbligatorio esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale. A tal fine trovate in allegato il cartello già inviato che potete utilizzare a tal fine.
  • FESTE E CERIMONIE: rimane vigente quanto previso dal Dpcm del 13 ottobre scorso ovvero il divieto di feste sia all’aperto che al chiuso. Le feste successive alle cerimonie religiose e civili sono consentite con la partecipazione massima di 30 persone.
  • PROTOCOLLI DA APPLICARE: rimangono in vigore tutte le norme e le procedure contenute nelle “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative” nell’ultimo aggiornamento del’8 ottobre 2020 (si veda allegato). Ricordiamo inoltre che Confagricoltura Veneto ha predisposto appositi protocolli per la sicurezza dei lavoratori impegnati nelle attività di ristorazione e ricettive nonché per la pulizia e la sanificazione degli ambienti. Copia di detti protocolli è disponibile in allegato.

Linee Guida per la riapertura

Cartello capienza massima

Protocollo lavoratori agriturismo

Protocollo pulizia e sanificazione