Prosecco Rosè: via libera del Ministero

Il Comitato nazionale Vini del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha accolto la proposta di modifica del disciplinare di produzione della Doc Prosecco che prevede l’introduzione della tipologia Rosé.

Il nome deciso dal Consorzio di tutela del Prosecco Doc per il nuovo vino è “Prosecco spumante rosé millesimato” e si prevede che potrà contenere dal 10% al 15% di Pinot Nero vinificato in rosso. Per passare alla fase produttiva occorre ancora la pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale e l’entrata in vigore del successivo Decreto Ministeriale, che ufficializzerà la modifica a livello nazionale avviando l’iter comunitario che culminerà con la definitiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea. La scelta di introdurre una nuova tipologia è dettata dall’esigenza di individuare delle leve di differenziazione nel grande mondo del Prosecco.