Ristori per le filiere turismo e agricoltura: in arrivo nuovi bandi regionali

La Giunta della Regione Veneto del 15 giugno ha approvato una nuova delibera per attivare dei contributi alle categorie soggette a restrizioni a causa dell’emergenza COVID-19.

Nello specifico, questo provvedimento prevede interventi di ristoro, pari a 8 milioni e 750 mila euro di cui:

  • 2 milioni e 250 mila euro, destinati alle filiere “Turismo e Agricoltura”
  • 6 milioni e 5mila euro, destinati alle filiere Cultura – incluse le attività dello spettacolo viaggiante e Sport, nel cui ambito euro 500 mila euro vengono riservati, alle attività di cui ai codici ATECO 93.11.20 “Gestione piscine e 93.11.30 “Gestione di impianti sportivi polivalenti”.

“Si tratta di un ulteriore aiuto concreto al mondo del turismo, dell’agricoltura, della cultura e dello sport – ha precisato l’Assessore al Turismo e all’Agricoltura Federico Caner – Settori che, in questo ultimo anno e mezzo, hanno sofferto le tragiche conseguenze dell’epidemia da Covid-19 più di tutti gli altri comparti dell’economia regionale”.

Il provvedimento approvato prevede uno schema di convenzione tra la Regione Veneto e l’Unione Regionale delle Camere di Commercio del Veneto (Unioncamere) per sostenere congiuntamente, attraverso bandi dedicati, soggetti operanti in Veneto, che sono stati colpiti dalle restrizioni imposte per il contenimento della pandemia da Covid-19.

Per quanto riguarda le filiere del Turismo e dell’Agricoltura, i bandi saranno rivolti alle attività con partite iva attive. Per fare qualche esempio: fattorie didattiche iscritte all’elenco regionale delle fattorie didattiche del Veneto, agriturismi, ecc. Non appena i bandi saranno disponibili sarà nostra cura informare i soci.