DECRETO BIOMETANO

I Ministri delle Politiche Agricole Nunzia De Girolamo, dell'Ambiente Andrea Orlando e dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato hanno firmato il Decreto Ministeriale per l'incentivazione del biometano immesso nella rete del gas naturale, cioè del biogas, ottenuto da biomasse agricole, che è una delle fonti di energia rinnovabile più promettente per il nostro paese. Con questa norma sarà possibile utilizzare il metano prodotto non solo per la produzione di energia elettrica, ma anche per l’immissione diretta del biogas nella rete del metano e come combustibile nei trasporti stradali. Nel decreto è prevista la possibilità per le aziende agricole di ottenere, tramire un bonus incentivante specifico, l’autorizzazione per creare presso le strutture aziendali gli impianti di distribuzione di metano per autotrazione.

“Il metano ottenuto da biomasse, potrà essere così miscelato e sostituire in tutti gli usi il gas naturale, che nel nostro paese ha già una rete capillare di distribuzione”, spiega il Mipaaf.

Secondo Confagricoltura con l'emanazione del decreto sul biometano si va a perfezionare il quadro normativo delineato dal d.lgs. 28/11 sui regimi di sostegno alle energie rinnovabili tra cui i biocarburanti, dando così maggiore possibilità all'Italia di raggiungere gli obiettivi europei al 2020 in materia di trasporti. Il biometano – prosegue la confederazione – è la fonte di energia rinnovabile più promettente per il nostro paese e che oggi diventa una concreta opportunità di sviluppo per il settore agricolo ed in particolare per la zootecnia e per le aree agricole poco valorizzate dal punto di vista produttivo.