Gestione reflui zootecnici: coperture vasche e interratori – incontro su finanziamenti PSR

Mercoledì 26 giugno alle ore 10 presso la sede di Confagricoltura Padova, ad Albignasego in via Strada Battaglia 71/C, si terrà un incontro informativo sul bando PSR relativo ad: “Investimenti per migliorare le prestazioni e la sostenibilità globali dell’azienda agricola – riduzione emissioni prodotte da attività agricole”, che dispone di una dotazione di 4.000.000,00 euro.

Leggi il contenuto del bando

Gli interventi ammissibili sono i seguenti.
1. Investimenti strutturali ed impianti per lo stoccaggio, il trattamento e la gestione dei residui agricoli e dei reflui aziendali. In particolare sono ammissibili gli interventi strutturali finalizzati alla copertura delle vasche di raccolta e stoccaggio delle deiezioni animali con modalità atte ad assicurare la riduzione delle emissioni in atmosfera. Tali strutture devono prevedere il convogliamento e l’allontanamento dell’acqua piovana.

2. Acquisto di macchine e attrezzature per la riduzione dell’impatto ambientale.
a) Coperture per vasche di stoccaggio reflui flottanti, ad utilizzo ripetibile, rigide o flessibili (ancorate ai bordi); tali coperture devono prevedere il convogliamento e l’allontanamento dell’acqua piovana.

b) Serbatoi flessibili chiusi (“sacconi”)

c) Attrezzature per la distribuzione e l’interramento dei liquami zootecnici:

  • Spandiliquame trainato (carrobotte) con interratore;
  • Spandiliquame semoventi con interratore;
  • Sistemi umbelicali atti all’interramento;
  • Sistemi di spandimento sotto-superficiale a solco aperto;
  • Sistemi di spandimento sotto-superficiale a solco chiuso;
  • Sistemi di iniezione profonda

I contributi sulla spesa ammessa per singolo beneficiario sono così calcolati:

Imprese agricole condotte da giovani agricoltori entro 5 anni dall’insediamento: 60% Zona montana – 50% Altre zone
Altre imprese agricole: 50% Zona montana – 40% Altre zone

L’importo massimo ammesso a finanziamento è pari a: 600.000,00 €/impresa, nell’arco di quattro anni, o 1.200.000,00 €, nell’arco di quattro anni, nel caso di cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale la coltivazione del terreno e/o allevamento di animali.
L’importo minimo di spesa ammissibile per domanda è pari a 8.000 € nelle zone montane e a 15.000 € nelle altre zone.
Le domande devono essere presentate entro 60 gg dalla pubblicazione del bando (31 maggio), ovvero entro il 30 luglio.