“Insieme per l’agricoltura” 2021: rinnovato accordo tra Avepa e banche per aiuti alle imprese

Torna anche quest’anno “Insieme per l’Agricoltura” (IPA), il protocollo d’intesa tra l’Agenzia Veneta per i Pagamenti (Avepa) e i principali istituti bancari che consente di anticipare, tramite finanziamenti a condizioni agevolate, gli aiuti destinati alle aziende agricole del Veneto che presentano la Domanda Unica 2021.

L’iniziativa, attiva dal 2011 per agevolare l’accesso al credito alle aziende agricole e per immettere liquidità nel settore, riparte con la conferma delle condizioni già proposte in passato: importo finanziabile fino al 100% del valore del pagamento di base (titoli), tasso massimo applicabile del 2.5%, esito della pratica entro 20 giorni, durata massima di 15 mesi, nessuna spesa istruttoria.

La procedura per ottenere l’anticipazione dell’aiuto previsto dalla Domanda Unica è semplice: l’agricoltore può rivolgersi direttamente a una delle banche aderenti al protocollo IPA, anche diversa da quella di cui è già cliente per gli abituali rapporti con Avepa, presentando la documentazione ricevuta al momento della presentazione della Domanda Unica; la banca può verificare la consistenza dei titoli e l’importo dell’aiuto accedendo al sistema informativo di Avepa attraverso un’applicazione specificamente sviluppata per gestire le pratiche IPA. Aderiscono al protocollo d’intesa IPA le seguenti banche: Banca Crédit Agricole FriulAdria, Banca Intesa Sanpaolo, Banca Monte dei Paschi di Siena, Banca Nazionale del Lavoro, Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank), Banco BPM, Banco delle Tre Venezie, BPER Banca, Cassa Centrale Banca – Credito Cooperativo Italiano, Credito Emiliano, Federazione Veneta delle BCC, Unicredit