PAC: ritardi e disfunzioni nella gestione dei fondi europei Confagricoltura mette in mora Agea

Il CAA di Confagricoltura ha denunciato “inerzie, carenze, omissioni, ritardi dell’Agea nell’assolvimento dei suoi obblighi di legge e contrattuali e comunque la mancata attivazione di procedure idonee ad evitare danni a carico dei produttori”; ha deciso pertanto di contestare e mettere in mora l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura. Con questo atto il Centro Servizi di Confagricoltura ha declinato ogni responsabilità nella gestione delle domande delle aziende per l’ottenimento dei fondi europei, non avendo ricevuto in tempo utile ed in maniera completa ed esaustiva tutti i necessari strumenti, mezzi, informazioni e quant’altro necessario a dare corretta esecuzione alle attività delegate. Ed ha contestato pure ripetuti fenomeni di gravi rallentamenti nel funzionamento del Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN)”, che a tutt’oggi permangono.
“Dalla protesta in piazza contro Agea si è dovuti passare inevitabilmente alla denuncia formale, che è anche un atto propedeutico ad azioni successive a tutela delle imprese – ha osservato Confagricoltura -. Il rischio vero è che gli utenti finiscano per subire danni gravissimi, senza averne alcune responsabilità, in un quadro che si è deteriorato oltre ogni limite”.