Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura: premiate tre imprese venete

Conferito presso la sede nazionale di Confagricoltura il “Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura” che ha premiato gli innovatori agricoli. Sul podio tredici imprese ed aggregazioni che si sono poste in evidenza per il proprio impegno nell’utilizzare le più avanzate soluzioni tecnologiche e digitali, nell’aggregarsi per raggiungere precisi obiettivi (l’unione fa la forza), nel combinare sostenibilità economica ed ambientale, nell’essere attenti al territorio, nel fare cultura e arte.

Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ed il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio.

Il “Premio nazionale per l’innovazione in agricoltura” di Confagricoltura è stato indirizzato a tutte le aziende agricole che hanno sviluppato o implementato negli ultimi tre anni soluzioni innovative. Si è articolato in tre categorie: Nuove frontiere (innovazioni tecnologiche relative a processi, prodotti e servizi, applicati a livello di impresa); Reti, Filiere (soluzioni innovative intraprese tra due o più attori); Smart land, Smart city (innovazioni che mettano in relazione le aree rurali con quelle urbane e progetti capaci di unire arte, turismo e cultura, creando sinergie fra la dimensione agricola e quella culturale nelle sue varie forme).

Le imprese e le aggregazioni premiate entreranno a far parte del ‘Club delle imprese agricole innovative’ di Confagricoltura e parteciperanno ad una serie di iniziative come testimonial ufficiali dell’Organizzazione.

Tra le aziende premiate 3 sono imprese agricole venete a cui vanno i complimenti di tutta la Confagricoltura del Veneto:

  • Soc. Agr. Ss Porto Felloni (Padova) – premiata nella categoria “nuove frontiere”
  • Soc. Agr. Ss Terre Grosse (Treviso) – premiata nella categoria “nuove frontiere”
  • Genagricola SpA (Caorle, Venezia) – premiata nella categoria “ Smart Land, Smart Cities”