Psr Veneto: aiuti per prevenire i danni della fauna selvatica

Nuove risorse per difendere le attività agricole e zootecniche dai danni provocati dai grandi carnivori.

La Regione del Veneto ha approvato, con deliberazione n.382 del 31 marzo 2020, l’apertura dei termini per accedere al tipo intervento 4.4.3 – Strutture funzionali all’incremento e valorizzazione della biodiversità naturalistica per Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

In particolare sono stati stanziati 500mila euro per finanziare le dotazioni necessarie a prevenire i danni causati alle produzioni agricole e zootecniche dalla fauna selvatica ed in particolare dai grandi carnivori come il lupo, contribuendo così alla coesistenza delle diverse specie e alla salvaguardia della biodiversità.

In via straordinaria, tenendo conto della situazione generata dalle misure di contenimento al COVID-19 disposte dai recenti provvedimenti emergenziali, sono stati portati al 30 luglio 2020 i termini per la presentazione delle domande di aiuto.

  • Tipo intervento 4.4.3 – Strutture funzionali all’incremento e valorizzazione della biodiversità naturalistica
    Beneficiari: agricoltori (art.4 reg. 1307/2013), secondo specifici criteri di ammissibilità.
    Interventi ammissibili:
  • recinzioni elettrificate semipermanenti, a rete o a filo, per la protezione del bestiame al pascolo;
  • recinzioni elettrificate mobili, a rete, con supporti in materiale sintetico, per la protezione del bestiame al pascolo;
  • recinzioni metalliche fisse, con o senza elettrificazione, per la protezione del bestiame al pascolo in aree limitate;
  • dissuasori acustici e/o luminosi.

Aliquote e importi: l’intensità dell’aiuto è pari al 100% della spesa ammissibile; l’importo massimo ammissibile per domanda è pari a 5.000 euro.
Scadenza domande: 30 luglio 2020 Per maggiori informazioni rivolgersi agli uffici di Confagricoltura.